Dienstag, 16. Februar 2016

Gastvortrag 17.02- Le forme aperte della ceramica fenicia da mensa: dal repertorio di tradizione orientale alle produzioni occidentali.

Diesen Mittwoch findet noch ein weiterer Gastvortrag statt.
Frau Sara Giardino aus Tübingen spricht zum Thema
 
Le forme aperte della ceramica fenicia da mensa: dal repertorio di tradizione orientale alle produzioni occidentali.
 
Il presente contributo si propone di analizzare il processo di adattamento del repertorio ceramico di tradizione fenicia nella sfera coloniale. Nello specifico lo studio è incentrato sull’analisi delle forme aperte della ceramica da mensa attestate nella Penisola Iberica durante l’arco cronologico compreso tra l’VIII e il VI sec. a.C.
La documentazione raccolta consente di rilevare le duplici connessioni culturali della produzione ceramica fenicia occidentale: da un lato fortemente legata alla tradizione orientale, dall’altro ricettiva nei confronti degli stimoli innovativi delle realtà locali del Mediterraneo occidentale. All’uniformità, considerata un portato dell’identità fenicia, subentrano, dunque, alcune innovazioni che testimoniano un processo di diversificazione regionale dei repertori che si accentua nel corso del VII sec. a.C. creando un divario tra le produzioni ceramiche delle diverse aree del Mediterraneo raggiunte dall’espansione fenicia. L’identificazione degli attributi locali ha come risultato l’individuazione di fabbriche regionalizzate nel Mediterraneo occidentale e di differenze non solo rispetto ai repertori dei siti del Mediterraneo centrale ma anche tra le produzioni delle diverse aree della Penisola Iberica.
 
(Abstract: The subject of this communication is the analysis of the open forms of the Phoenician Table Pottery attested in the Iberian Peninsula during the time span between the 8th and 6th centuries BC. The documentation is collected in order to examine in depth the process of the adaptation of the ceramic repertoire of Phoenician tradition in the colonial sphere. It allows to highlight the dual cultural connections of the western Phoenician production: on one hand, strongly linked to the Eastern tradition; on the other hand, receptive to the innovations of the local contexts of the western Mediterranean Sea. The process of regional diversification of the repertoire, which becomes more significant during the 7th century BC, creates a gap between the ceramic productions of the various areas of the Mediterranean Sea reached by the Phoenician expansion.)

Hier zu sind alle herzlich eingeladen, wie immer um 18 Uhr c.t. im Seminarraum 165.

Keine Kommentare:

Kommentar veröffentlichen